Ora gli ex non li cerco più su Google, li cerco su Facebook

ottobre 28, 2008

No, però ora diamoci un taglio! C’è pure il cardinale?? Vabbè che in Italia è scoppiata la mania di Facebook, e ormai ci manca solo che si iscriva pure il mio cane… – che poi io ho visto di certi che ci hanno iscritto i loro gatti, quindi già ci siamo – … però ora mi pare che stiamo esagerando!

In settimana ho ricevuto la richiesta di amicizia di un mio amico, ex compagno di master, che ricordo benissimo ho aiutato non poco con il power point della presentazione della sua tesina. E mi par pure di ricordare che non molto prima di qualche mese fa mi ha chiamato ininterrottamente per un intero finesettimana (fino, lo ammetto, a scatenare le mie ire e sorbirsi il veleno che solo io so sputare dalla mia boccuccia serpentina) per chiedermi assistenza su come si incolla un’immagine e si crea una tabella su un foglio word. Si, si, sono abbastanza sicura che fosse la stessa persona. E ora è su Facebook…

Ah, c’è anche la mia amichetta del cuore dei tempi delle medie, con cui non ho più rapporti più o meno dalla prima liceo… Però mi ha aggiunto come amico su Facebook. Ora ha una bambina e il punteggio più alto che abbia mai visto a Pet Society (che per la cronaca è la versione fb del compianto, ma manco tanto, Tamagochi). E mi chiedo come abbia tempo e voglia di passare ore a far giocare, saltare, mangiare e ballare il suo cagnolino virtuale. Ok, si, anche io ho Pet Society, ma il mio cane ha perennemente le mosche che gli girano attorno e cali di zuccheri continui perché lo trascuro. Tra poco qualcuno chiamerà la protezione animali e mi costringeranno a rimuovere quell’applicazione per maltrattamenti.

Ah, per la serie “aggiungiamo cani e porci”, la suddetta Amichetta del Cuore ha mandato una richiesta di amicizia anche a mia sorella, con cui forse non parla da quando io e lei ancora avevamo la cameretta insieme e mia mamma ci comprava i vestiti uguali. E ovviamente mia sorella l’ha accettata… e certo!

Sempre in settimana e sempre su Facebook sono stata contattata da una ragazza con cui ho lavorato quando ho curato questo bell’ufficio stampa. E se vi dico che inizialmente l’avevo ignorata salvo poi, in un lampo di genio, ricordarmi il suo nome e la sua esistenza sulla faccia della terra potete facilmente immaginare quanto, dopo quella esperienza, lei sia rimasta nei miei pensieri.

E vogliamo parlare di quelli che si lasciano messaggi in bacheca parlando del più e del meno senza preoccuparsi minimamente della privacy? Da chi discute tranquillamente di lavoro a quelli che si scambiano battute da bar… che magari il tuo capo, ovviamente pure lui su Facebook, sarebbe meglio non leggesse se vuoi mantenere una certa dignità sul luogo di lavoro (almeno quella poca che ti rimane).

Non voglio far la snob. Se le masse arrivano a Facebook vuol dire che internet è arrivato alle masse, ed è quello che si sta cercando di fare, mi pare. Quindi è una cosa positiva, no? Ora, però, ci vorrebbe qualcuno che insegnasse a queste masse cos’è e come si usa…

Annunci

6 Responses to “Ora gli ex non li cerco più su Google, li cerco su Facebook”

  1. Lara Says:

    Bè, perchè i gatti non possono iscriversi a Facebook? 😛

  2. fra_ebasta Says:

    concedimela, ci stava bene… era una licenza poetica 😉
    e poi confesso che io sono stata tentata di aggiungerla come amica la tua akira miao (spero sia una lei)

  3. fra_ebasta Says:

    no, no, scusa, ho appena capito che masculo è…

  4. Lara Says:

    Sisi, ma solo per metà! E’ un maschio senza attributi 😀

  5. Federica Says:

    Io sono allibita quanto te…praticamente il gioco sta diventando guarda quanti amici ho, e non più ciao è un po’ che non ci rivediamo amico mio…ho litigato con una ragazza proprio quest’estate..tralascio i particolari ma ti dico che eravamo moltoa miche e che la litigata è stata netta…ecco, lei ha aggiunto tra i contatti mio fratello con cui non ha mai parlato in vita sua…e non ha mai aggiunto me…io dico…tra i suoi contatti ha oltre 300 “amici”…

    Non so cyhe dire, facebook è bello, è comodo…ma qualcuno sta forse esagerando?

  6. fra_ebasta Says:

    cara Federica,
    proprio l’altra sera parlavo con un mio amico di Facebook e di altri social network che stanno vivendo un boom, o di quelli che ne hanno vissuto in passato (vedi Second Life). La nostra conlcusione è stata che il problema non è tanto che milioni di persone arrivino a usare uno strumento – e si sa che poi in quel milione ci sarà sempre una percentuale che ne farà un uso discutibile – quanto che a queste persone non si faccia una vera formazione. Milioni di ragazzini sono su internet, su Myspace, hanno blog o immettono contenuti in rete, ma mi chiedo se nelle scuole ci sia qualcuno che gli spiega cosa comporta tutto questo. E anche ora, con Facebook che è praticamente ogni giorno sui principali media tradizionali, mai che venisse interpellato qualcuno che ne conosce la natura, lo scopo, le potenzialità ma anche le criticità. Chiamano a parlare psicologi che gridano all’alienazione, e quanti passi in avanti da quando per la prima volta si parlò, ad esempio, di chat…
    In rete ci sono le persone, con i loro pregi e i loro difetti, non ci sono entità astratte, inattaccabili e perfette. La tua amica, o ex-amica, ha trasportato in rete quello che probabilmente già fa nella vita reale, solo che vederselo spiattellato sullo schermo è sempre un pò più dura.

    ciao Fede!


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: