Il momento più emozionante di tutti è stato verso la fine, quando hanno assegnato la menzione d’onore alla mia “vicina di GGD“, che invece era stata verso l’inizio. E allora forse sembra proprio un cerchio che si chiude questo wire-kend urbi-nerd.

e forse non sono poi tanto “addentro la rete” se continuo a divertirmi di più a raccogliere follower per strada piuttosto che su twitter. Grande il lavoro della mia squadra e complimenti invece ai vincitori. peccato che per mettere foto di donnine mezze svestite sul blog da competizione mi son persa gli interventi del barcamp, ma ho visto che son qui, quindi li vo a vedere dopo. E se invece ho nostalgia di tettolute da calendario, ormai so in quali siti trovarle… ma penso che queste non le vo a vedere.

e per finire anche questo post come è cominciato e chiudere in una spirale mortale questo fine settimana, le mie menzioni d’onore: lara e anna per la compagnia, le risate e la guida essenziale a urbino (dove bere, dove leggere e quali salite non affrontare), mariela per la simpatia e le foto, susan per le interessanti chiacchierate, tutto il mio team kakashi per l’impegno olimpico e tutti i miei contatti che hanno risposto all’appello su twitter e su facebook, anna per le risate, luca adriano e michele per il sostegno, alfredo per lo zibibbo, buonuomo per l’ospitalità e tutti gli altri per l’organizzazione.

GGDice o GGnonDice?

ottobre 7, 2008

Certe volte non sa che fare, quando l’aspetta qualcosa di nuovo, se scriverne prima o dopo. Perché se ne scrive prima corre il rischio di anticipare i tempi, ed è un rischio che preferisce contenere, visto che è naturalmente tendente a pensare troppo avanti.

Allora sceglie di non dire ora, e di raccontare poi, quello che succederà alla sua prima (se la faranno entrare alle prossime!) GGD programmata per venerdì a Urbino. E siccome sarà anche la prima volta che va nella città ducale, dove sua mamma e Giovanni Pascoli hanno studiato per essere quello che sono, è pure un pò felice.

(e comunque non si spiega perché questo post lo ha scritto in terza persona… sarà che ultimamente ha giocato troppo con Twitter e con lo status di Facebook!)